PUGGELLI RENATO

Renato Puggelli

 

IL PROFILO DI RENATO PUGGELLI LO POSSIAMO FARE MOLTO SEMPLICEMENTE 

RICORDANDO CHE HA INIZIATO A GIOCARE A RUGBY 50 ANNI FA' ANNO 1964  HA TERMINATO IL 02 NOVEMBRE 2013 HA FATTO TUTTO : IL GIOCATORE, L'ALLENATORE, IL DIRIGENTE, HA PULITO GLI SPOGLIATOI HA ORGANIZZATO IL MAGAZZINO , HA SEGNATO IL CAMPO, HA FATTO L'ACCOMPAGNATORE  , HA ORGANIZZATO E ANIMATO SPLENDIDI VIAGGI IN INGHILTERRA ,IN FRANCIA , IN ITALIA , MI DICEVA " DOPO QUESTO GIRO...BASTA!  POI UN GIORNO RICEVEVI UNA TELEFONATA CON CUI TI DICEVA  SI VA A VEDERE L'INCONTRO DEL 6 NAZIONI, DOPO SI VA A CENA DA "PADOGA" IL SUO AMICO DI FRASCATI, OPPURE SI METTE UN BANCHINO CON LA PORCHETTA CON "CICCIO" DI GUBBIO, LO CONOSCEVANO TUTTI ,ERA AMICO DI TUTTI, GLI VOLEVANO BENE TUTTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII... IO LO RICORDO  CON QUELLO CHE HO 

SCRITTO IL  GIORNO DELLA SUA MORTE :

OGGI 02/11/2013 RENATO PUGGELLI,

IMPROVVISAMENTE HA "PASSATO LA PALLA" COME SI DICE IN GERGO RUGBISTICO, PIANTANDO TUTTI CON UNA DELLE FINTE CHE ERA SOLITO FARE PER SUPERARE L'AVVERSARIO E ANDARE IN META. RENATO HA RAGGIUNTO "LA META" FINALE UN PÒ TROPPO PRESTO, DOVEVA DARE ANCORA TANTO AL RUGBY PRATESE E SOPRATUTTO DOVEVA ANCORA TESTIMONIARE QUELLO CHE LUI ERA STATO E AVEVA SIGNIFICATO PER IL RUGBY, IL NOSTRO SPORT PER ECCELLENZA! SENZA ESSERE RETORICI, COME SPESSO CAPITA IN QUESTE OCCASIONI, RENATO LASCIA UN VUOTO INCOLMABILE, SPIRITUALMENTE E DI FATTO PER L'IMPEGNO E L'APPORTO DI LAVORO E DI ENTUSIASMO CHE METTEVA SU QUANTE COSE FACESSE PER IL RUGBY, PER LA FAMIGLIA, PER IL LAVORO, TUTTE ATTIVITA' CHE HA SVOLTO SENZA RISPARMIARSI. RICORDO GLI INIZI DELLA SUA ATTIVITA' DI GIOCATORE: ATTENTO, INTUITIVO, SPIAZZANTE, VELOCE UN'APERTURA DI GRANDE CLASSE E QUESTO LO SARA' FINO AL TERMINE DELL'ATTIVITA' AGONISTICA, TERMINE AGEVOLATO, SE BEN RICORDO, DAI SUOI GINOCCHI CHE NON ERANO PIÙ IN GRADO DI EFFETTUARE FINTE E CAMBI DI DIREZIONE CHE IL SUO CERVELLO COMANDAVA, FINITA LA STAGIONE AGONISTICA CON UNA SERIE INFINITA DI SUCCESSI COMPRESA LA MAGLIA AZZURRA, RENATO LO TROVIAMO SEMPRE AL CAMPO COME ALLENATORE, COME PERSONA SEMPRE DISPONIBILE PER OGNI NECESSITA' DELLA SOCIETA', DAL SISTEMARE GLI SPOGLIATOI SEGNARE IL CAMPO, TENERE IN ORDINE IL MAGAZZINO E TANTI LAVORI NECESSARI PER IL DECORO DELL'IMPIANTO SPORTIVO. L'IMPIANTO SPORTIVO DEL RUGBY IN VIALE GALILEO "CARLO MONTANO" DOVE LO TROVAVI CON REGOLARITA', DALLA FINE DEL SUO ORARIO DI LAVORO FINO AL FINE DEGLI ALLENAMENTI ,E I CONSEQUENZIALI TERZI TEMPI, CHE A PRATO SI FACEVANO OGNI SERA E TERMINAVANO ANCHE A MEZZANOTTE; A QUELL'ORA RENATO SALIVA SULLA RENAUL 4 ROSSA PER RITORNARE A MONTEPIANO DA CUI DOPO UN BREVE RIPOSO SAREBBE RIPARTITO PER PRATO DI BUON MATTINO, ALLE 6 INIZIAVA IL suo LAVORO IN DOGANA . RICORDARE RENATO E' FACILE:

-CHE DIRE DELLA SUA ATTIVITA' SUL CAMPO DI GIOCO UN N. 10 CHE TUTTI INVIDIAVANO ALLA SS RUGBY PRATO, LA SUA TECNICA, I SUOI SLALOM, LA SUA POTENZA E CHE DIRE DEI SUOI CALCI POTENTI E PRECISI IN MEZZO AI PALI, QUANTI PUNTI HANNO PORTATO ALLA SQUADRA E QUANTE VITTORIE.

- CHE DIRE DELL'ORGANIZZAZIONE SPORTIVA E SOCIETARIA SEMPRE EFFICIENTE DAI CARTELLINI SEMPRE IN ORDINE, ALLE MAGLIE ORDINATE PER NUMERO, ALLE TRASFERTE TUTTO PREVISTO NEI MINIMI PARTICOLARI.

-CHE DIRE DELLA CURA DEI PALLONI E DELLE MUTE DELLE MAGLIE, ERA RENATO CHE LE PORTAVA E LE RITIRAVA PULITE DAL SUO AMICO ANDREA CAMBI, CON IL QUALE AVRA' FATTO SQUADRA IMMEDIATAMENTE RITROVANDOSI INSIEME A GINO RAVASIO, STEFANO COMPIANI,LORIS LANDI, LUICIANO DENTI E GLI ALTRI RUGBISTI PRATESI CHE L'HAMMO PRECEDUTO 

-CHE DIRE DELL'ORGANIZZATORE DEI VIAGGI A TOLONE IN FRANCIA PER VERI SCAMBI DI "AMICIZIA" CON I TRANSALPINI ANCHE SE IN CAMPO NON SEMPRE L'AMICIZIA ERA IL PRIMO SENTIMENTO A BRILLARE, MA I TERZI TEMPI E LE CENE ERANO INDIMENTICABILI.

- CHE DIRE DEI VIAGGI IN INGHILTERRA E IN FRANCIA PER ASSISTERE ALLE PARTITE DEL "CINQUE NAZIONI",VIAGGI  DEGNI DI GRANDI TOUR OPERATOR, DOPO OGNI VIAGGIO MI DICEVA: BASTA QUESTO E' L'ULTIMO! ...............SI ERA L'ULTIMO FINO A QUELLO DELL'ANNO SUCCESSIVO....! -

-CHE DIRE DELLE RIUNIONI CONVIVIALI ORGANIZZATE A PRATO E A MONTEPIANO E PERFINO DAVANTI ALLO STADIO FLAMINIO IN OCCASIONE DEL "SEI NAZIONI" CON I SUOI AMICI DEL GUBBIO RUGBY, IN QUESTE OCCASIONI SI POTEVA TOCCARE CON MANO E GODERE DELLA SEMPLICITA' DELLA SCHIETTEZZA, DELL'ATMOSFERA DI AMICIZIA E RISPETTO E DI TUTTE QUELLE BUONE COSE CHE L'AMBIENTE DEL RUGBY ANCHE PRATESE ESPRIMEVA,SENZA RENATO, SAREBBERO STATE SERATE E OCCASIONI BELLE MA SICURAMENTE PIU' ASETTICHE, PIATET!!!!!!!

-CHE DIRE DELLE SERATE ALLA CLUB HOUSE DI VIALE GALILEI CHE CON L'APPORTO DI RENATO,CON LE SUE BATTUTE E LE SUE IMITAZIONI DI PANARIELLO E DI ALTRI PERSONAGGI, SONO RIMASTE INDIMENTICABILI. LA VITA DI RENATO NEL RUGBY PRATESE SI PUÒ DIVIDERE IN DUE "COLORI": LA PRIMA PARTE, DURATA CIRCA 35 ANNI E' DI COLORE "ROSSOBLU" I COLORI DELLA SS RUGBY PRATO SOCIETA' DOVE E' NATO RUGBISTICAMENTE, SI E' FORMATO E DOVE HA SVILUPPATO E MOSTRATO TUTTE LE SUE QUALITA' ATLETICO-SPORTIVE E ANCHE ORGANIZZATIVE, LA SECONDA PARTE DI COLORE "NERO" COLORE DEL RUGBY CLUB I CAVALIERI "TUTTI NERI" DOVE HA CHIUSO LA SUA OPERA A FAVORE DEL RUGBY, RENATO E' STATO L'ULTIMO "ROSSOBLU" FORZA ATTIVA CON I "TUTTONERI".

NELLA SUA LUNGA ATTIVITA' RENATO HA AVUTO MOLTISSIMI RICONOSCIMENTI A LIVELLO DI SQUADRA MA SOPRATUTTO A LIVELLO INDIVIDIUALE: 3 OVALI AL MERITO: ARGENTO, ORO E ORO CON FRONDA DI ALLORO PER GLI OLTRE 40 ANNI DI ATTIVITA' ININTERROTTA,L'ULTIMO RICONOSCIMENTO RICEVUTO IL 23 FEBBARIO 2013 A ROMA, LA TARGA FRANCO CHIASEROTTI "UNA VITA PER IL RUGBY" E' IL PIU' SIGNIFICATIVO .

RENATO MANCHERA' A CARLA E LAURA ALLE QUALI VANNO LE NOSTRE PIU' SENTITE CONDOGLIANZE, A NOI MANCHERA' TANTO MA LO SOSTITUIREMO CON AMORE NEL NOSTRO CUORE CON I MILLE RICORDI DI VITA DI RUGBY , E DI VITA FUORI DALLO SPORT ALTRETTANTO INTERESSANTE E IMPORTANTE , SARA' CON NOI PER SEMPRE , IL CLUB ITALIA AMATORI RUGBY DI CUI SONO PRESIDENTE PRO-TEMPORE HA COME SCOPO DI NON DIMENTICARE IL PASSATO , RENATO CHE E' STATO IL PASSATO ,IL PIONIERE DEL RUGBY PRATESE , MA ANCHE E' STATO ANCHE IL PRESENTE .

RENATO , GRAZIE PER TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO E CHE ONORANDO IL TUO SPIRITO E  NEL TUO RICORDO SARA' SICURAMENTE FATTO DA ORA IN POI ....

RENE' QUNATE VOLTE MI HAI FATTO INCAZZARE , MA POI MI FREGAVI AVEVI RAGIONE SEMPRE TU ,ANCHE QUANDO MI RIEMPIVI LA CANTINA DI VINO ...CHE POI BEVEVO  E TU PER DIMOSTRARE CHE AVEVI RAGIONE  LA RIEMPIVI DI NUOVO , L'ULTIMA VOLA L'HAI FATTO 10 GG FA' .....E IL MIO RAMMARICO E' CHE NON TORNERAI PER NATALE COME MI AVEVI PROMESSO E QUASI "IMPOSTO".

GRAZIE RENATO ,GRANDE AMICO , ERI  COME IL BOOMERANG... RITORNAVI SEMPRE , VEDIAMO SE LO FARAI , TI ASPETTIAMO !!!!!!!!!!!!!!!!!!

FRANCO CENOBI IL TUO  AMICO DA SEMPRE

ps DOPO LA CERIOMONIA A MONTEGPIANO VOGLIO AGGIUNGERE:

CARO RENATO ORA SEI CONTENTO HAI VISTO QUANTI AMICI AVEVI , A MONTEPIANO LA CHIESA ERA PICCOLA  E LE PERSONE ERANO TANTE , NON CREDO CHE CAPITERA' IN FUTURO PER QUALCUNO DI MONTEPIANO MA NEMMENO DI PRATO FARA' UN PIENO COSI', LA TUA VITA E' STATA TUTTA UN GRANDE SUCCESSO DI AMORE E AMICIZIA ; LA CARLINA E LA LAURA  DOVRANNO SENTIRSI FIERE DI AVERTI AVUTO  MARITO E PAPA', E NOI COME AMICO........

FRANCO CENOBI

26/01/2014  HO  SPOSTATO   IL TUO RICORDO TRA I "PROFILI"  NEL SITO HO RILETTO E  CORRETTO QUALCHE ERRORE DI QUANTP AVEVO SCRITTO CREDIMI ,RENATO, MI SONO COMMOSSO ANCORA NON CREDEVO DI POTER  SCRIVERE  QUANTO HO SCRITTO ..  QUNDO AVRò  BISOGNO DI UN BEL RICORDO  DI UN AMICO  LO RILEGGERO' !!!!!!!